Nazionale

Attività del Nazionale

  • Tesseramento 2018 Aperto > Tema VALORE LAVORO.
  • Ottobre/Novembre 2017 Congresso Nazionale ed elezione dei nuovi Organi Statutari

Patronato ACLI Lussemburgo

Presidente del Patronato
Vito CASSONE

Responsabile del Patronato ACLI
Marco FRANCHETTI
Tel.: +352.495747
Fax: +352.486663
Mail: lussemburgo@patronato.acli.it
Mail : presidenza.lussemburgo@patronato.acli.it

1 Rue Sangenberg | L-5850 Howald Luxembourg

ACLI Nazionale Lussemburgo

Presidente delle ACLI Lussemburgo

  • Stefania CAVAGLIANO : Presidente del Nazionale
  • Giuseppe FERRANTI : Presidente Nazionale Onorario

Presidenza Nazionale ACLI

  • Vito CASSONE : 1° Vice Presidente, Tesoriere, Delega ai rapporti con la FAI e con ACLI Italia
  • Carla CASABURI : 2° Vice Presidente, Segreteria, Delega ai rapporti con Istituzioni e Associazioni in Lussemburgo
  • Franco BARBARO : Consigliere con Delega ai rapporti con la Chiesa
  • Stefania CAVAGLIANO : con Delega ai rapporti con la stampa

Probiviri del Nazionale

  • Fausto FOLCARELLI
  • Mario TOMMASI
  • Francesco BARBARO
  • Marina PALUZZI
  • Michelangelo RASCHELLA

Revisoridei conti

  • Giuliano BIDOLI
  • Vincenzo RICCO

Le ACLI del Granducato di Lussemburgo si sono costituite inizialmente ad Esch/Alzette nel lontano 1954.

A quell’epoca una figura di spicco fu quella di Daniele ROSSINI che propose per primo un giornale in lingua italiana chiamato «Il Sole d’Italia» di cui ne fu il Direttore responsabile. Daniele ha pubblicato anche diversi libri e saggi per conto delle ACLI non ultimo quello sul dramma di Marcinelle.

La nostra struttura del Patronato ACLI si propone di assistere i connazionali gratuitamente offrendo diversi servizi legati alla copertura pensionistica, alla ricostituzione della carriera pensionistica, successioni, dichiarazioni fiscali italiane oltre ai servizi di carattere sociale.

Più tardi negli anni 70 le ACLI si sono insediate sul territorio del Granducato di Lussemburgo con Circoli strutturati intorno al connazionale, proponendo azioni culturali, sociali, formative e di accompagnamento.

La struttura funzionale delle ACLI è piramidale, nel senso che i 4 Circoli (Lussemburgo città, Esch/Alzette, Differdange/Pétange e Ettelbruck) hanno una propria autonomia che risale verso il Nazionale che coordina le attività dei Circoli, concede l’autorizzazione ad usare il logo ACLI e si occupa delle ottemperanze legali e fiscali dell’Asbl.

A partire dagli anni 80 il Circolo di Lussemburgo fu gestito con sapienza da Lino BERTI (il Circolo di Lussemburgo Città porta infatti il suo nome) mentre il Patronato fu gestito diligentemente da Lucia BERTI, che attualmente è Presidentessa Onoraria del Circolo di Lussemburgo.

Insieme ai Presidenti storici, Rodolfo BASSI di Ettelbruck e Cosimo RASCHELLA di Differdange/Pétange (Pétange vide il primo insediamento nel 63) e al vice presidente Nazionale Giovanni ANNESE hanno portato le ACLI ad essere il maggiore rappresentate della collettività italiana in Lussemburgo con i suoi 1000 soci.

Dal 94 come vice presidente e dal 2004 come Presidente del Nazionale ACLI, Vito CASSONE è stato riconfermato per un ulteriore mandato di 4 anni dai 40 delegati dei 4 Circoli al Congresso, che si è tenuto a Lussemburgo i giorni 12 e 13 aprile 2013. Lo affiancavano tre vice presidentesse: Marina COLUCCI, Giusy CAVALLO e Carla CASABURI e da un tesoriere Giuseppe CORSINI.

Con il 15° Congresso delle ACL tenutosi il 27 e 28 ottobre 2017, è stata eletta la prima donna presidente del movimento nella persona di Stefania CAVAGLIANO, aclista molto energica, impegnata professionalmente, legata al mondo della chiesa ed attiva nelle opere sociali del movimento.

Le ACLI collaborano per le questioni di pertinenza lussemburghese con il sindacato LCGB.